La discalculia

La discalculia è il disturbo specifico dell’apprendimento che corrisponde alla difficoltà di apprendere la matematica: più nel dettaglio, la discalculia coinvolge l’intelligenza numerica basale e l’abilità di calcolo. Come per tutti i DSA, la discalculia non è una patologia, non è causata da un ritardo cognitivo ma va riconosciuta e interpretata alla luce della consapevolezza che ogni bambino è unico e migliora se la sua difficoltà individuale viene riconosciuta per poter adottare l’intervento più adatto.

Ogni bambino è unico e migliora se la sua difficoltà viene riconosciuta

Intelligenza numerica di base e abilità di calcolo

Nel caso dell’intelligenza numerica basale, la discalculia interviene sulle capacità alla base dell’abilità numerica:

  • Riconoscere piccole quantità in modo immediato e accurato (subitizing)
  • Capacità di ordinare in ordine crescente o decrescente, detta seriazione
  • Saper comparare, per esempio saper distinguere maggiore e minore
  • Comporre e scomporre delle quantità
  • Calcolare a mente

Nell’ambito delle procedure esecutive, la discalculia interviene nel calcolo scritto e si manifesta con queste difficoltà:

  • Leggere e scrivere i numeri: lo studente confonde i numeri, li scrive al contrario (per esempio il 6 per il 9 e viceversa) o inverte le cifre
  • Incolonnare i numeri
  • Calcolare, risolvere operazioni scritte anche semplici
  • Memorizzare, per esempio le tabelline o alcune operazioni (fatti numerici) semplici come 5+5

Anche nel caso della discalculia, aumentare il numero e la frequenza degli esercizi è una strategia che non porta a  miglioramenti e può affaticare ancora di più lo studente: la discalculia è un disturbo evolutivo che migliora con la diagnosi, le strategie e gli strumenti adatti al caratteristiche individuali di ogni studente.

Cosa fare: potenziamento, diagnosi e intervento

Se la discalculia viene riconosciuta precocemente e si avviano percorsi e strategie di potenziamento e il percorso di diagnosi, intervenire precocemente e con strumenti e percorsi specifici, in collaborazione con lo specialista di riferimento, sono i passi giusti per affrontare con efficacia anche questo disturbo specifico dell’apprendimento.

Cosa puoi fare in pratica?

  • Parla con gli insegnanti e collaborate per introdurre strategie ed esercizi di potenziamento
  • Se il potenziamento non porta i risultati sperati, rivolgiti al Servizio Sanitario Nazionale per una valutazione o a uno specialista privato
  • Se la diagnosi conferma la discalculia, lo specialista ti indicherà il percorso più adatto per compensare il disturbo e facilitare il modo unico e personale di studiare e di imparare di tuo figlio
  • La scuola riceve la diagnosi di disortografia e scrive il Piano Didattico Personalizzato (PDP) dove indica le strategie e gli strumenti compensativi e dispensativi da usare per sostenere l’apprendimento

 

Gli strumenti compensativi Anastasis

I programmi compensativi Anastasis usano la tecnologia per aiutare gli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento a imparare, a studiare e a fare i compiti a casa in autonomia.

L’uso di strumenti specifici consente di affrontare efficacemente il problema della discalculia

  • mateMitica

    MateMitica

    59,00 IVA inclusa
  • Bologna Informatica per l'autonomia, medie e superiori - livello base

    Corso Genitori e figli: informatica per l’autonomia – Scuola Secondaria

    Sabato 21 dicembre
    157,50 IVA inclusa
0