Software compensativi: come scegliere

software compensativi possone essere utilizzati come supporto allo studio e all'apprendimento, per venire incontro alle maggiori difficoltà dei bambini e ragazzi con DSA.
Non esiste un software che vada bene per tutte le età, perché le esigenze sono diverse nei diversi cicli scolastici e per ogni studente, ma si possono tracciare comunque delle linee guida per la scelta.

Dalle elementari fino alle medie

Dalle elementari fino alle medie

Nei primi anni di scolarizzazione (dalla scuola primaria fino alla 1° media) lo strumento compensativo dovrà supportare molto nella fase di scrittura, meno in quella di lettura, visto che la necessità di studiare in maniera autonoma non è ancora importante, mentre l'incoraggiamento nella produzione scritta è in questa fase fondamentale.

annitab1

Dalle medie alle superiori

Dalle medie alle superiori

Dalla medie in poi diventa rilevante la lettura, ma soprattutto le funzioni che facilitano ad apprendere, a studiare e a fare i compiti a casa in autonomia, costruendo il proprio metodo di studio. Diventa necessario quindi poter organizzare con facilità le informazioni e gli argomenti, usando strumenti per riassumere, sintetizzare e memorizzare.

annitab2

Dalle superiori all'università

Dalle superiori all'università

Alle superiori e università, e più in generale per chi ha già consolidato delle abitudini di studio, diventa sempre più rilevante il bisogno di lettura e la creazione di metodo di studio, mentre diminuisce il bisogno compensativo in fase di scrittura, abilità che può essere supportata efficacemente anche dall'utilizzo di strumenti non specifici.

annitab3