Difficoltà nella produzione del testo scritto: Quali strategie sono più efficaci? Quali strumenti compensativi accompagnano i ragazzi nel rendere il lavoro più strategico?

La stesura del testo scritto

Se tuo figlio ha difficoltà nella composizione dei testi scritti, le variabili in gioco possono essere molte. Le componenti implicate nel processo di scrittura riguardano la generazione di idee, la pianificazione del testo, la sua trascrizione, la revisione sia a livello linguistico (morfosintassi, ortografia) sia a livello testuale (coerenza e coesione) che comunicativo (a chi comunicare il messaggio, con quale scopo?). Tutte le variabili in gioco sono influenzate dalla memoria di lavoro che ci permette di mantenere le informazioni in memoria e al tempo stesso di manipolarle, dalle capacità metacognitive ovvero le abilità che consentono di conoscere e riflettere sul funzionamento della propria mente e dall’attivazione del monitoraggio sul compito svolto.

Indipendentemente dalla causa della difficoltà, le strategie e gli strumenti compensativi che possono accompagnare i ragazzi nel compito di stesura del testo rappresentano uno dei modi per aiutare i ragazzi ad esprimere i propri pensieri in forma scritta senza essere limitati dalle difficoltà dovute al loro profilo di funzionamento.

Gli strumenti compensativi vanno usati in modo consapevole e strategico, solo un loro utilizzo attivo e ragionato può renderli utili ed efficaci nello svolgimento del compito.

Quando risulta utile affrontare la stesura di un testo con l’uso del computer?

Il computer e gli altri apparecchi elettronici, sono doppiamente utili per i ragazzi con difficoltà di apprendimento in quanto consentono di esprimere al meglio le proprie potenzialità.
L’utilizzo della videoscrittura è uno degli strumenti compensativi più efficaci, permette l’uso del correttore ortografico per la correzione di eventuali errori di ortografia e ,per coloro che hanno problemi di organizzazione spaziale o di affollamento visivo, permette di modificare il layout della pagina nel modo più funzionale possibile e l’utilizzo di un font senza grazie o l’uso di una grandezza adeguata, come nell’esempio:
Verdana - carattere senza grazie
L’uso del correttore ortografico può essere efficacemente abbinato all’uso della sintesi vocale che risulta funzionale anche per la revisione del contenuto tenendo in considerazione la richiesta della traccia.

Riuscire a fare meno fatica nell’atto della scrittura e rilettura permette ai ragazzi di liberare energie cognitive per favorire l’ideazione e l’elaborazione dei contenuti.

 

 

 

Laboratori Anastasis:
scopri i servizi online

Ti raggiungiamo a casa con tanti servizi online per l'apprendimento efficace di studenti con Disturbi Specifici dell'Apprendimento e altri BES.

 

 

 

Pin It on Pinterest