link al contenuto della pagina | link al menu di accesso rapido | link al menu generale | link alla ricerca sul sito
contenuto della pagina:
  • indietro
  • stampa

Sistema Sere-na

Tanti servizi socio-sanitari lavorano grazie ad un prezioso insieme di protocolli, metodologie, materiali e buone prassi sviluppati ed ottimizzati negli anni, insieme che un sistema informativo semplicemente non può ignorare e su cui non può imporre stravolgimenti dettati dalle sue logiche di funzionamento.
Da qui la proposta di una cartella madre, denominata Cartella Clinica Territoriale: strumento che, così come la pasta madre per il pane, viene utilizzato per generare cartelle cliniche e socio-sanitarie declinate sulle specificità del servizio che vanno a supportare e corredate con un set di opportuni strumenti specialistici

Il sistema è aperto, sia per il protocollo di comunicazione e rappresentazione dati che lo caratterizza, sia per il fatto che ogni cartella realizzata in un particolare dominio - da Anastasis direttamente oppure su specifiche di un centro committente se questo aderisce al rilascio open source delle specifiche stesse - ne può estendere l'ambito di competenza.

diagramma sistema serena

A chi è rivolto?

ASL, ex IPAB e/o Agenzie per la Salute della Persona, Cooperative sociali e organizzazioni che fanno capo al privato-sociale, RSA, Centri diurni per persone non autosufficienti, Scuole e centri di formazione, Enti locali, Centri sanitari privati e convenzionati

Cosa c'è di nuovo?

  • focus sul paziente in un'ottica di percorso, sia in senso territoriale (raccordo di tutte le attività svolte sul territorio ed aggregazione dei relativi dati, anche se provenienti da fonti diverse), sia in senso temporale (gestione della storia del paziente per garantire continuità di intervento)
  • maggiore efficienza operativa: produzione automatica di relazioni (pdf o rtf), statistiche, analisi epidemiologiche e debiti informativi, condivisione dati all'interno dell'equipe, possibilità di allegare foto e video, compatibilità con strumenti di riconoscimento vocale
  • approccio integrato: la cartella va ad occupare l'area clinica/socio-sanitaria , senza sovrapporsi ma interagendosi con le esistenti anagrafiche, gestione prestazioni e applicazioni specialistiche di screening, diagnosi, refertazione, valutazione e riabilitazione.
  • sicurezza e riservatezza dell'informazione tramite profilazione granulare dei gruppi di lavoro e relativi permessi
  • integrazione con gli strumenti specialistici del sistema sere-na: AD-DA (diagnosi DSA), CoPS (screening DSA), ICF, Video-consulenza, Ri-DI (riabilitazione a distanza), Stimolazione Cognitiva descritti nella altre schede di questa cartella

In che modo?

  • il protocollo di comunicazione aperto x-serena garantisce interoperabilità fra applicazioni esistenti, permettendo la costituzione di reti territoriali socio-sanitarie per monitorare il percorso del paziente
  • la cartella viene sviluppata per mezzo di avanzati strumenti di modellazione che minimizzano i costi di realizzazione e permettono la partecipazione al lavoro anche di personale non informatico, che può acquisire col tempo completa autonomia sulla manutenzione evolutiva
  • l'infrastruttura open-source non ha costi di licenza ed è basata sulle tecnologie multi-piattaforma più avanzate nonchè standard per questo tipo di applicazioni: linguaggi xhtml, java, xml, css, e javascript; web server apache; application server tomcat; mysql o altro dbms relazionale 

Costi e impatto sul Servizio per la progettazione di una nuova cartella

Grazie alla strategia di distribuzione gratuita che Anastasis ha deciso per l'infrastruttura tecnologia open-source Sere-na, e grazie al fatto che gli strumenti di cui si è accennato rendono particolarmente semplice e veloce il processo di "descrizione ontologica di dati e processi" e la relativa creazione di prototipi, i costi da sostenere sono solo quelli di un certo numero di giornate di consulenza.
Il modello di sviluppo prevede un "cammino di avvicinamento progressivo" alla Cartella tramite iterazione di step del tipo "sessione di interviste e discussione con gli operatori → sviluppo del prototipo conseguente → test degli operatori e relative osservazioni". Ogni prototipo si avvicinerà sempre di più alla Cartella desiderata del Centro, fino al conseguimento del prodotto finale, che potrà comunque evolvere nel tempo.
L'approccio basato sulla valorizzazione dei processi esistenti e la relativa modellazione collaborativa della cartella, congiunto alla forte interoperabilità con le applicazioni esistenti, rende l'impatto sul centro relativamente basso. In sintesi, nessun cambiamento "metodologico", solo l'allocazione di tempo degli operatori interessati per:
  • interviste e sessioni di analisi
  • formazione
  • sperimentazione e validazione della cartella.

Sere-na e la legge 196 sulla privacy

Aspetti certamente fondamentali in un contesto di scambio e condivisione di informazioni sono quelli della sicurezza e della riservatezza dei dati. In questo senso ogni cartella Sere-na è conforme a quanto disposto dal "codice in materia di protezione dei dati personali" (Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), con particolare riferimento al disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza (allegato B).

Il progetto SERE-NA nasce da una forte collaborazione, sancita da una convenzione, fra Anastasis e il DEIS - Dip. di Elettronica, Informatica e Sistemistica dell'Università degli Studi di Bologna - nell'ambito di un progetto di ricerca industriale co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna fra le misure di accompagnamento per lo sviluppo pre-competitivo.

Per una descrizione completa: http://www.cartellaclinicaserena.it